Hashtag Marketing: il futuro delle conversazioni in Rete

Con l’annuncio che Google, dopo Twitter, indicizzerà anche gli aggiornamenti di Facebook, diventerà sempre più importante farsi trovare anche nell’aggiornare il proprio status. Il termine “hashtag” su Twitter significa che è possibile includere il proprio aggiornamento all’interno di una conversazione su un determinato tema (es. #ecommerce) ed agevola il ritrovamento di tale pensiero e la categorizzazione della propria presenza sul … Continua a leggere

Traffico sul punto vendita: soluzioni mobili e digitali

Stai passeggiando, ti arriva un sms: è la caffetteria all’angolo che ti offre un cappuccino gratis. Ecco il sogno di ogni negoziante: poter mandare un messaggio sui cellulari degli utenti che passano nelle vicinanze della bottega, offrendogli uno sconto o annunciandogli una promozione. Oggi è realtà grazie a Placecast, una società di San Francisco che offre soluzioni pubblicitarie location-based. Su … Continua a leggere

Linkedin Outlook Connector: una piccola rivoluzione copernicana

E’ ufficiale: con Linkedin Outlook Connector, gli iscritti al popolare social network professionale Linkedin potranno importare su Outlook tutti i contatti (e le informazioni ad essi connessi) presenti sul loro Linkedin.   E’ una piccola rivoluzione copernicana: prima erano i social media a dover importare informazioni dai nostri PC. Oggi è il contrario: preferiamo arricchire i nostri profli sui social … Continua a leggere

Small business e Social Media: utilizzo raddoppiato in un anno

Secondo il progetto di ricerca Small Business Success Index, le piccole e medie imprese che hanno utilizzato i social media per attirare e mantenere clienti a costi relativamente bassi sono raddoppiate: dal 12% del 2008 al 24% del 2009. Qui sotto vediamo cosa fanno. Non tutto vibra: il 50% delle imprese afferma che i social media richiedono più tempo di quanto … Continua a leggere

Le belle idee quasi mai rispettano il politically correct.

Guerrilla e microeventi vanno molto di moda. L’impressione, un po’ come per i virali, è che, più che una scelta di comunicazione ben precisa, spesso sia solo un tentativo per risparmiare i costi della pianificazione media. Ecco invece un buon esempio di come andrebbero fatti.   Il politically correct non vibra. La voglia di osare sì.

Google fa marcia indietro sulla ricerca partecipativa

Con l’acquisizione di Aardvark ammette di aver sbagliato e riapre il vecchio Google Answers ovvero uno strumento di ricerca partecipativa e di condivisione di commenti/risposte rispetto a ricerche formulate sotto forma di domande. In poche parole Yahoo Answers. Perchè il Big G ha deciso di sborsare 50 milioni di dollari per 90 mila utenti registrati (tutto sommato pochi), solo la … Continua a leggere

I trend della comunicazione digitale nel 2010

Ecco alcuni spunti tratti dalla ricerca “2010 Digital Marketing Outlook“, summa di interviste al management di brand globali, agenzie tradizionali e digitali, ISP e service provider, freelance e operatori del digitale a vario titolo.  81% dei Brand hanno programmato un aumento degli investimenti in progetti digitali nel 2010 50% sposteranno fondi dai media tradizionali a quelli digitali 78% di tutti … Continua a leggere

La crisi mina le basi della fedeltà al negozio e promuove la multicanalità

La crescita del Web (+11% il tempo speso in media dagli utenti della Rete trainato dalla pervasività dei social media) e la continua diffusione del mobile (8,5 milioni di italiani navigano attraverso gli smartphone) vanno di pari passo con una maggior consapevolezza – certo dettata dalla congiuntura – all’atto dell’acquisto. L’Osservatorio sulla multicanalità del Politecnico di Milano lo dice chiaro … Continua a leggere

Interazione tra prodotto e navigatore: ecco un ottimo esempio.

Penso che poche industries facciamo del web un uso (o un non uso) più sbagliato dei marchi di moda e abbigliamento. La sensazione è che un malefico mix di snobismo e arroganza, li faccia guardare con scetticismo un mondo dove le parole d’ordine sono apertura e condivisione. Ecco invece un ottimo esempio che smentisce il mio pregiudizio. Le belle cose … Continua a leggere