Search e Social: simul stabunt, simul cadent

Ottobre 2009 rimarrà nella storia del Web come il mese in cui la search e la dimensione social di Internet hanno sancito una volta per tutte che non potranno più essere linee di evoluzione parallele, ma entreranno insieme e congiuntamente nell’esperienza dell’utente.

Dopo l’annuncio di Microsoft percui Bing indicizzerà i tweets di Facebook e Twitter, Google ha infatti lanciato la Social Search, ovvero la ricerca all’interno del network sociale dell’utente. Ma senza Facebook.

Quest’ultimo si pone infatti come il vero candidato a contrastare il motore di Mountain View sul fronte della ricerca e della conquista dello share di attenzione da parte dei navigatori. Resta da capire se prevarrà una funzionalità di ricerca che incorpori sempre di più la dimensione delle proprie relazioni (dopo aver incorporato backlink e commenti nel proprio algoritmo) o se prevarrà un social network che affini la propria capacità di guidare l’utente nel reperimento delle proprie informazioni.

In ogni caso, ciò che vibra è la capacità di fare SEO in termini moderni, attento alla costruzione di rilevanza e fedeltà per i propri utenti. Non vibra il vecchio SEO che vedeva negli utenti dei pesci da pescare piuttosto che dei fiori da coltivare nel proprio giardino.

Glossario: Backlink – referenziamento ottenuto da una pagina web da parte di un sito esterno. Fondamentale nella costruzione di Pagerank e quindi di rilevanza da parte di Google.

Search e Social: simul stabunt, simul cadentultima modifica: 2009-10-28T22:22:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento